Recensioni e poesie dei lettori

Recensioni e poesie dei lettori

Conta fino a tre e senti il mondo spegnersi;
è la fine.
La distesa nera non sa che d'inchiostro, e le luminose fisse,
le mie stelle da comodino
non spiano più i tuoi passi. E gli anni
colano sul cuscino, una chirurgica
fama di folla che si scolla come carta.

BUM BUM è un testo che racchiude diversi racconti. Tutti hanno un tema ben preciso: l’AMORE. I punti di vista, però, sono diversi. Infatti cambiano i protagonisti, l’età, le circostanze e anche i sentimenti.

BUM BUM è il cuore che batte,
la musica nelle vene,
le farfalle nello stomaco,
le prime volte.
Nella parola BUM BUM c’è, per l’autrice, l’adolescenza.

L’insegnante Carmela Filacaro ha proposto un’interessante esercitazione poetica proponendo di leggere la poesia “Possibilità” di W. Szymborska i cui versi iniziano tutti con l’anafora “Preferisco”. Gli alunni di quarta elementare hanno riscritto il brano poetico sostituendo le proprie preferenze a quelle espresse dalla poetessa. Il risultato è veramente eccellente.

La mia debolezza,

i punti di rottura.

Dieci aghi sono

la misura del mio dolore,

la pancia ha pareti d’argento.

Dolore invisibile
riaffiora prepotente
vanifica il desiderio
di vita rinnovata
che tuttavia prorompe...

Dolce ed intensa
la tua voce 
cantava
inni alla vita
senza nulla levare
alla fortuna

Dimmi di quella volta
in cui hai pianto tanto
quando eri in camera:
tu, le lacrime e lo specchio soltanto.
Perciò parlami.

Sono sempre stata convinta che finché c’è speranza, ci può essere rinascita. Per questo decisi di farlo. Sebbene sapessi, o almeno così credevo, ciò a cui andavo incontro, io ci speravo. La volevo una vita migliore, una vita vera. Non mi andava di accontentarmi di quello che aveva da offrirmi il mio paese, pari quasi a zero. In posti come la Somalia la vita è una lotta per la sopravvivenza, per la positività quasi non c’è spazio.

“Il Tappeto Afgano” di Gholam Najafi è una raccolta di storie, ambientate nel passato del regime talebano, che raccontano la vita di donne afgane; storie, che il lettore può rivedere nell’attualità. È un viaggio narrativo all’interno della travagliata esistenza che le bambine sono costrette a subire: come la vendita finalizzata al matrimonio, in cui il prezzo varia a seconda della bellezza e dell’importanza sociale della famiglia; o anche la cieca sottomissione che devono prima al padre, poi al marito.

 email2png