Libriamo 2010
Il governatore della Regione Puglia è stato ospite di LibriAmo. Con lui anche Francesco Ventola, Arcangelo Sannicandro e Ruggero Di Gennaro

Nichi VendolaIn una via Cairoli decorata con libri pendenti dai balconi (da “rubare” al volo per un’originale forma di bookcrossing) e citazioni scritte sull’asfalto, la città di Trinitapoli ha dato il benvenuto ad alcuni esponenti di spicco della politica pugliese. Il governatore Nichi Vendola, il presidente della Provincia Bat, Francesco Ventola, il consigliere regionale Arcangelo Sannicandro e il sindaco Ruggero Di Gennaro, ospiti della rassegna itinerante LibriAmo, hanno animato un interessante incontro a sfondo letterario, rendendosi protagonisti in prima persona dei reading da tavolo previsti per l’occasione e parlando dei loro libri preferiti.

Dopo la presentazione di Antonietta D’Introno, responsabile e fondatrice dell’associazione, che ha snocciolato i numeri da record inanellati da LibriAmo nei suoi dieci anni di vita (“La nostra è stata una piccola-grande rivoluzione a livello culturale sul territorio”, ha detto con un pizzico di orgoglio), si è entrati nel vivo della conversazione. “Dal punto di vista letterario – ha spiegato Di Gennaro – la stella polare che mi ha indicato la strada da seguire è stato Destra e Sinistra di Norberto Bobbio, un saggio capace di chiarire al meglio le differenze tra le opposte fazioni politiche”. Di tutt’altra ispirazione il percorso intrapreso da Ventola, che ha individuato nel Vangelo l’opera in grado di influenzarlo maggiormente, mentre Sannicandro ha voluto ricordare alcune lettere di don Lorenzo Milani.
Una lunga serie di titoli ha contraddistinto poi l’intervento di Vendola: “Già a 13 anni leggevo autori come Freud e Sartre, ma a segnarmi è stata soprattutto la letteratura italiana del Novecento e, in particolare, i vari Pavese, Pratolini, Calvino, Pasolini, Pirandello. Tra gli stranieri mi piace citare Mann, Joyce, i russi Gogol, Dostoevskij, Cechov e via dicendo. E ancora i grandi della poesia d’amore come Prevert, Garcia Lorca, Neruda. Purtroppo, ai nostri tempi, registriamo un impoverimento del linguaggio, in buona parte dovuto al trash che ha invaso i programmi della tv. La verità è che nessun apprendimento televisivo può surrogare quello derivante dalla lettura di un buon libro”.
La D’Introno ha poi domandato agli ospiti quali libri consiglierebbero a un ragazzo per aiutarlo a comprendere la realtà che ci circonda. Così Di Gennaro: “A parte il già citato volume di Bobbio, che chiunque si affacci al mondo della politica dovrebbe leggere, suggerirei Accabadora, il romanzo con cui Michela Murgia ha vinto quest’anno il premio Campiello”.
Più legato al territorio pugliese il libro consigliato da Ventola: “Mi ha molto colpito Nel regno delle chimere, scritto dall’andriese Laura Regano, una ragazza morta a causa di un male terribile perché non è stato possibile sottoporla tempestivamente a un trapianto di fegato. Dalle pagine di quest’opera emerge un amore per la vita che potrebbe essere di insegnamento per tanti giovani”.
E Sannicandro? “Io consiglierei Il lavoro non è una merce di Luciano Gallino, un libro che fotografa alla perfezione il momento di transizione attraversato dalla società e lascia intender come quanto di buono esiste al mondo sia frutto dell’intelligenza e del lavoro umano”.
Infine la lista della spesa proposta da Vendola: “Suggerirei Fuochi fatui di Louis Ferdinand Céline e I canti pisani di Ezra Pound, testi presenti nelle librerie di qualsiasi esponente di destra. Già, perché anche dalla cultura degli avversari politici si può imparare tanto. Tra i romanzi storici, invece, il top è rappresentato da Memorie di Adriano di Marguerite Yourcenar. E poi leggete tutto ciò che ha scritto don Tonino Bello, in particolare Sui sentieri di Isaia, che considero il più bel libro sul tema della pace”.
La serata si è conclusa con la lettura della poesia Lode dell’imparare di Bertolt Brecht da parte delle attrici Rosa Tarantino e Mariella Parlato, a cui ha fatto seguito il volo della mongolfiera che ha celebrato il decennale di LibriAmo.

 

 email2png